shutterstock271646879-750x500

Cos’è l’elettrostimolazione?

L’elettrostimolazione è una tecnica terapeutica utilizzata per diversi scopi, indicata soprattutto nell’ipotono muscolare in seguito a deficit di conduzione del nervo (per patologie neurologiche o compressioni del nervo periferico) o impossibilità di movimento/immobilizzazione in seguito a traumi e interventi chirurgici.

É possibile ottenere effetti differenti in base alla necessità e agli obiettivi variando i parametri come impulso, frequenza, durata, intensità e latenza.

Come viene eseguita la terapia con elettrostimolazione

La terapia non è invasiva e non è dolorosa. Il terapista applica sulla cute del paziente degli elettrodi coduttivi collegati all’elettrostimolatore, che attiva il processo di eccitazione delle placche motrici attraverso impulsi elettrici, con l’effetto di ottenere la contrazione muscolare.

Controindicazioni dell’elettrostimolazione

Essendo una terapia elettrica ha delle controindicazioni per pazienti in condizioni particolari quali:

  • Pace-maker
  • Epilessia
  • Neoplasie
  • Lesioni cutanee
  • Gravidanza